Seleziona una pagina

Noleggiamo, con la testa, attrezzatura tecnica per grandi eventi…

Ti è mai capitato durante un evento di trovarti di fronte professionisti esperti, capaci, con esperienza, e nonostante tutto alla fine ti sei trovato con quella sensazione di  “mi è piaciuto, ma non era quello che realmente volevo“? E senti di aver perso un sacco di tempo, senza ottenere i risultati che ti aspettavi?

Questa è una cosa che capita ogni giorno, in quasi tutti gli eventi in italia.
E non sto esagerando.

Spesso i responsabili del service audio/video fanno molta fatica a calarsi nella parte dell’imprenditore.
Hanno troppi filtri e non riescono ad instaurare un dialogo con chi gli ha commissionato l’evento.

Sono troppo “TECNICI” e non riescono a comprendere che alcuni dettagli che possono essere irrilevanti per noi, per il cliente potrebbero fare una grande differenza

Ma come faccio a dirlo?

Perché mi è capitato di vederlo personalmente.

Io non sono nato con la camicia del service audio e video, ho sempre avuto una passione per la tecnologia e per l’audio, ma ho fatto per 17 anni IT manager.

Ho visto e subito queste cose da fuori e ho percepito sulla mia pelle questa sensazione di avere a volte niente più che il compitino

STUDIATO/INFORMATO

Ad un certo punto della mia carriera ho deciso che volevo entrare nel mondo dell’audio e del video, e di tutto quello che serve in un evento.

Non avevo ben chiaro cosa fosse il marketing, o cosa fossero le strategie per vendermi meglio, ma ho pensato solo che volevo fare una cosa che mi piacesse

Per due anni ho fatto il garzone di bottega (garzon, come si dice dalle mie parti) con uno stipendio che serviva a pagarmi a malapena le spese, di alcuni pilastri di questo settore, personaggi importanti e che hanno fatto tanto.

Non mi piaceva studiare sui libri e ho deciso di “fare praticamente” per imparare.

Dopo due anni mi sono staccato e ho cominciato per conto mio, le prime casse, le prime luci…

Tutto cresceva piano piano, e cercavo di non fare gli errori che io stesso avevo visto e subito sulla mia pelle

Cercavo di dare il giusto equilibrio alle esigenze di chi mi commissionava l’evento senza però accettare ogni singola proposta avanzata dal cliente.

Non è stato facile, non è stato facile dire di no, e non è stato facile spiegare il perché di alcuni no.

Ma mi ritenevo già abbastanza soddisfatto

Stava andando tutto bene, ma sentivo che qualcosa mi stava ancora bloccando.

C’era qualcosa che mi sfuggiva.

Un giorno mi sono “incavolato” con alcuni fornitori perché non si erano parlati tra di loro e mi sono dovuto trovare a fare un ping pong telefonico perché non sapevo con chi parlare.

E ho detto, cazzo!!!!

Ecco cosa mi mancava… parlare con una persona sola, che si prendesse la responsabilità, delle sue azioni.

E mi sono detto, ma io con il cliente… come mi comporto?

E ho lavorato, cesellato, ho cercato di definire meglio le mie procedure perché il cliente potesse avere solo un singolo interlocutore con cui parlare.

Ce l’ho fatta, ho pensato…

Ni, perché mi mancava un’ultima cosa, la squadra di specialisti alle mie spalle!

Tutti vogliono gli specialisti migliori, e tutti vogliono però perdere meno tempo possibile e parlare con una persona sola.

Cerca gli specialisti e assolda la squadra e boom. Ci siamo.

Finalmente siamo pronti e partiamo.

Luca Milanese

Luca Milanese

Regia Audio e Video

Enrico Pavan

Enrico Pavan

Sound Engineer

Marta Costanzo

Marta Costanzo

Fotografa

Sebastien Palù

Sebastien Palù

Videomaker

DJ Agi

DJ Agi

DJ e Mood Specialist

IL MIO METODO

Con questo sistema tutti arrivano a me e poi io diffondo le informazioni a chi di dovere, un classico schema ad albero, infatti l’ho chiamato metodo ad albero.

Come comincia il metodo?

Comincia tutto dalle radici, dalle esigenze del cliente che sono varie ed eventuali, facciamo una call assieme di 30 minuti, dove, tramite delle domande specifiche riesco ad individuare passo passo quali sono i punti focali del tuo business e gli obiettivi dell’evento (a volte si fa un evento giusto per farlo, ma ho capito che con poche accortezze si riesce anche a guadagnare dagli eventi… ma te ne parlerò in privato se avrai voglia)

Individuiamo la location assieme o se c’è già faccio un sopralluogo, dove prendo misure, testo l’audio con dei software particolari, mi configuro qualche miglioria estetica e faccio già un’ipotesi delle luci.

Scatto delle foto che mi servono per lavorare anche a distanza sulla location

Poi facciamo un’altra breve chiamata con tutto quello che ti serve di tecnico, microfoni, luci, casse etc…

Se vuoi possiamo fare anche un ultimo sopralluogo assieme per definire e poi alla fine si parte.

Allora e solo allora si parlerà del prezzo.

Chiedeci come possiamo rendere unico il tuo evento!

9 + 8 =

Se hai già le idee chiare, compila il modulo cliccando qui sotto e riceverai un offerta personalizzata!

Ma non ti preoccupare, se non ritieni che le mie soluzioni siano valide puoi sempre andare a chiedere altrove.

Ho deciso di non farti il preventivo all’inizio perché non voglio lesinare sulla qualità, e dall’altro lato non mi sentirei in linea a farti un preventivo troppo alto che magari accetti e farti pagare più del dovuto.

Così facendo sono certo che tutti e due saremmo soddisfatti.

Ma aspetta, ho anche deciso di raddoppiare i miei investimenti per garantirti che tu avrai un evento che andrà liscio al 100%

Come faccio a dirlo? Perché con me ho sempre un doppione di tutto ciò che ragionevolmente potrebbe rompersi o bruciarsi, e chi lavora nel mio campo sa benissimo che sono dolori.

Per cui, sono sempre pronto a mantenere tutto l’evento attivo in qualsiasi condizione.